Crea sito

Insidious – L’ultima chiave: la recensione

      gennaio 11, 2018     Cinema, Film, Horror, Recensione, Senza categoria     

Insidious – L’ultima chiave il film horror, diretto da Adam Robitel e distribuito dalla Warner Bros farà il suo debutto al cinema a partire dal 18 gennaio 2018. Ecco la recensione in anteprima.

Risultati immagini per insidious l'ultima chiave locandina

Insidious 4: L’ultima chiave è un film di genere horror e thriller del 2018, diretto da Adam Robitel, con Lin Shaye e Kirk Acevedo. Uscita al cinema il 18 gennaio 2018. Durata 103 minuti. Distribuito da Warner Bros.

Dopo il non esaltante Insidious 3 – L’inizio, diretto da Leigh Whannell, la produzione ha deciso di effettuare un cambiamento radicale partendo dalle basi, il regista. Per il quarto capitolo del noto franchise la regia è stata affidata ad Adam Robitel. Scelta abbatanza azzeccata perchè nel nuovo film si ha quel tocco vintage che da freschezza alla saga. 

Lin Shaye torna nei panni della dottoressa Elise Rainier, la brillante parapsicologa che impiega la sua capacità di mettersi in contatto con le anime dei morti per aiutare le persone tormentate da entità sovrannaturali. Insidious 4: L’ultima chiave mostra le origini della medium protagonista della fortunata saga horror, la sua infanzia nel New Mexico segnata dalla presenza di “un uomo malvagio che la perseguita”. 
Accompagnata dai fidati Specs e Tucker dell’azienda Spectral Sightings, Elise torna nella città natale decisa ad affrontare la sua ossessione più terribile, nascosta proprio tra le pareti della vecchia casa di famiglia. 

Risultati immagini per insidious l'ultima chiave locandina

Insidious 4: L’ultima chiave è probabilmente il film più bello dell’intera saga, grazie ai numerosi dettagli, ai momenti di alta tensione, alle scene di vera paura e alla compattezza narrativa. La narrazione è il punto forte del film dove la protagonista assoluta diventa Elise. Il film diretto da Adam Robitel vive di continui flashback che rievocano la giovinezza della sensitiva, fatta di sofferenza, matrattamenti e crudeltà.

Nel film di genere horror si intravende anche una sfumatura drammatica grazie alla storia di Elise piena di quel coinvolgimento emotivo di cui lo spettatore ha bisogno. Più che essere un prequel Insidious 4: L’ultima chiave vuole rendere omaggio al personaggio interpretato da Lin Shaye svelando una volta per tutte quel lato di Elise che ancora non conoscevamo.

Altra nota positiva è la presenza di KeyFace che ha un aspetto inquietante e fantastico, definito in maniera semplica ma diabolica.

Immagine correlata

Il film scorre su due binari paralleli: da un lato i continui flashback e dall’altra la normale narrazione, un mix che coinvolge maggiormente lo spettatore e tene l’attenzione sempre alta con fasi horror alterante con fasi thriller. 

In conclusione Insidious – L’ultima chiave, è senza dubbio il migliore del franchise, dopo il primo film, perché amplia il mondo di Elise e se avete visto gli altri film e amate il genere horror dovete assolutamente vederlo.

Ricordo che Insidious – L’ultima chiave fa il suo debuto al cinema il prossimo 18 gennaio 2018

Voto: 7.5

 

Commenta con Facebook!

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: