Crea sito

Le 25 Migliori dichiarazioni d’amore dei film

      novembre 14, 2016     Curiosità/Intrattenimento, Film, Senza categoria     

Le dichiarazioni d’amore dei film sono sempre in grado di farci sognare, emozionare e di commuovere anche i meno sensibili. Ecco qui allora le 25 migliori dichiarazioni d’amore mai viste nei film:

Frozen. Hans: «Posso dire una follia? Vuoi sposarmi?»
Anna: «Posso dire una follia ancora più folle? Sì!».

Pretty Woman. «Cosa vuoi Vivian?». «Voglio la favola». 

Titanic. «Ormai ci sono troppo dentro… salti tu, salto anch’io».   

Love actually. «Senza speranza, né intenzioni. Solo perché è Natale e a Natale si deve dire la verità. Per me tu sei perfetta». 

Love story. «Amare significa non dover mai dire mi dispiace». 

Dirty Dancing. «Io ho paura di tutto, di quello che sono, di quello che faccio, di quello che dico e soprattutto ho paura che se me ne vado da questa stanza non proverò mai più quello che sto provando adesso…adesso che sono qui con te… Baby». 

Notting Hill. «Non dimenticare che sono anche una semplice ragazza, che sta di fronte a un ragazzo e gli sta chiedendo di amarla»

Vi presento Joe Black. «Lo so che ti sembra smielato ma l’amore è passione, ossessione, qualcuno senza cui non vivi. Io ti dico: “Buttati a capofitto! Trovati qualcuno che ami alla follia e che ti ami alla stessa maniera!”. Come trovarlo?Bhè, dimentica il cervello e ascolta il cuore. Io non sento il tuo cuore perché la verità, tesoro, è che non ha senso vivere se manca questo. Fare il viaggio e non innamorarsi profondamente, equivale a non vivere. Ma devi tentare perché se non hai tentato non hai mai vissuto». 

Il diario di Bridget Jones.  «Non penso affatto che tu sia un’idiota. Oddio, è vero che c’è qualche cosa di ridicolo in te, nei tuoi modi. Tua madre è piuttosto imbarazzante. E devo ammettere che sei veramente pessima quando ti capita di parlare in pubblico, e tutto quello che ti passa per la testa lo fai uscire dalla bocca senza tener conto delle conseguenze. Certo mi rendo conto che quando ti ho conosciuta al buffet di tacchino al curry di Capodanno sono stato imperdonabilmente scortese: avevo addosso quel maglione con la renna sopra… che mi aveva regalato mia madre il giorno prima. Ma il punto è… quello che cerco di dirti… in modo molto confuso… è che, in effetti, probabilmente, malgrado le apparenze… tu mi piaci. Da morire». 

Harry ti presento Sally. «Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi. Ti amo quando ci metti un’ora ad ordinare un sandwich. Amo la ruga che ti viene quì quando mi guardi come se fossi pazzo. Mi piace che dopo una giornata passata con te, sento ancora il tuo profumo sui miei golf e sono felice che tu sia l’ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo. E non è perché è la notte di Capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita inizi il più presto possibile». 

Hitch. «Le persone fanno così. Saltano, sperando che Dio li faccia volare. Perché altrimenti cadiamo giù come sassi, e mentre precipitiamo ci chiediamo: ma perché diavolo sono saltato giù? Ma eccomi qua, precipito, e c’è una sola persona che mi fa sentire in grado di volare: e sei tu». 

I ponti di Madison County. «Non sono sicuro di averti dentro di me, né di essere dentro di te e neppure di possederti. E in ogni caso, non è al possesso che aspiro. Credo invece che siamo entrambi dentro un altro essere che abbiamo creato, e che si chiama noi».  

Mangia prega ama. «Alcune volte perdere il tuo equilibrio per amore è necessario per vivere una vita equilibrata». 

50 volte il primo bacio. «Tu mi hai cancellato dalla memoria perché credevi di impedirmi di avere una vita piena e felice… ma hai fatto uno sbaglio, vivere con te è l’unico modo per avere una vita piena e felice. Tu sei la ragazza dei miei sogni! E a quanto pare io sono l’uomo dei tuoi». 

Prima o poi mi sposo. «A malapena ti conosco, non so come si chiama tuo padre, non so se hai portato l’apparecchio ai denti, o le lenti a contatto, o gli occhiali… e non ho idea di come sei arrivata ad organizzare matrimoni. Ma conosco le linee del tuo volto. Conosco le pagliuzze dorate dei tuoi occhi e so che quella sera al parco è stata la più bella della mia vita». 

Quattro matrimoni e un funerale. «Tu credi che, dopo che ci saremo asciugati, dopo che avremo passato un po’ più di tempo insieme, tu saresti d’accordo di non diventare mia moglie? Credi che il fatto di non sposarmi è una possibilità che in qualche modo potresti valutare? Voglio dire, per il resto della tua vita…» 

Midnight in Paris. «Io penso che l’amore vero, autentico, crei una tregua dalla morte; la vigliaccheria deriva dal non amare o dall’amare male, che è la stessa cosa, e quando un uomo vero e coraggioso guarda la morte dritta in faccia come certi cacciatori di rinoceronti o come Belmonte che è davvero coraggioso, è perché ama con sufficiente passione da fugare la morte dalla sua mente, finché lei non ritorna, come fa con tutti. E allora bisogna di nuovo far bene l’amore. Devi pensarci». 

P.S I love you. «P.S. Ti amo, Holly, e so che anche tu mi ami. Non hai bisogno delle mie cose per ricordarti di me, non hai bisogno di conservarle come prova del fatto che sono esistito e che esisto ancora nella tua mente. Non hai bisogno di mettere i miei maglioni per sentire il mio abbraccio. Io sono già lì… e ti tengo sempre abbracciata». 

A beautiful mind. «È soltanto nelle misteriose equazioni dell’amore che si può trovare ogni ragione logica. Io sono qui grazie a te. Tu sei la ragione per cui io esisto. Tu sei tutte le mie ragioni.» 

Se scappi ti sposo. «Tu vuoi un uomo che ti accompagni sulla spiaggia, con una mano sugli occhi, per farti scoprire la sensazione della sabbia sotto i piedi. Vuoi un uomo che ti svegli all’alba, perché muore dalla voglio di parlarti, per sentire cosa dirai». 

Colazione da Tiffany. «Vuoi sapere qual è la verità sul tuo conto? Sei una fifona, non hai un briciolo di coraggio, neanche quello semplice e istintivo di riconoscere che a questo mondo ci si innamora, che si deve appartenere a qualcuno, perché questa è la sola maniera di poter essere felici. Tu ti consideri uno spirito libero, un essere selvaggio e temi che qualcuno voglia rinchiuderti in una gabbia. E sai che ti dico? Che la gabbia te la sei già costruita con le tue mani ed è una gabbia dalla quale non uscirai, in qualunque parte del mondo tu cerchi di fuggire, perché non importa dove tu corra, finirai sempre per imbatterti in te stessa». 

Jerry Maguire. «Stasera, per il nostro progetto, per la nostra società è stata una serata molto importante. Una serata molto, molto importante. Ma non era completa. Non era neanche lontanamente avvicinabile a una qualsiasi possibile completezza. Perché non potevo condividerla con te. Non sentivo la tua voce e non potevo ridere insieme a te… Mi manca mia moglie. Viviamo in un mondo cinico, e lavoriamo in un ambiente di persone fortemente competitive. Io ti amo. Tu, mi completi».

A beautiful mind. «È soltanto nelle misteriose equazioni dell’amore che si può trovare ogni ragione logica. Io sono qui grazie a te. Tu sei la ragione per cui io esisto. Tu sei tutte le mie ragioni». 

Orgoglio e pregiudizio. «Se i vostri sentimenti sono gli stessi dello scorso aprile, vi prego, ditelo ora. Il mio affetto e i miei desideri sono immutati, ma una vostra parola mi farà tacere per sempre. Se, invece, i vostri sentimenti fossero cambiati, devo dirvelo: mi avete stregato anima e corpo e vi amo… vi amo… vi amo. E d’ora in poi non voglio più separarmi da voi». 

Le pagine della nostra vita. «Allora non sarà facile, anzi… sarà molto difficile. E dovremo lavorarci ogni giorno, ma io voglio farlo perché io voglio te. Io voglio tutto di te! Per sempre! Io e te, ogni giorno della nostra vita! Vuoi fare una cosa per me? Per favore. Prova a immaginare la tua vita fra 30 anni, fra 40 anni… come sarà? Se la vedi con lui, vai…vai! Te ne sei andata una volta, sopravvivrò anche alla seconda, se è quello che realmente vuoi! Ma non scegliere la strada più facile!».

Le-pagine-della-nostra-vita

Commenta con Facebook!

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: