Ecco le differenze tra The Walking Dead e lo Spin-off

Mentre la quinta stagione di The Walking Dead continua a portare a casa ascolti vertiginosi negli Stati Uniti, dietro le quinte sono cominciate da pochi giorni le riprese di Cobalt (titolo provvisorio), lo spin-off ambientato in un’altra area dell’America post apocalisse zombie, Los Angeles, e incentrata su un nuovo gruppo di personaggi, i più importanti dei quali interpretati da Kim Dickens (Sons of Anarchy) e Cliff Curtis (Gang Related). Una domanda ricorrente tra i fan è in che modo il suo ideatore Robert Kirkman, l’uomo dalla cui mente è nato il fumetto che sta ispirando la serie principale, renderà Cobalt diversa da The Walking Dead e, quindi, altrettanto meritevole della loro attenzione. Una domanda alla quale lo sceneggiatore e produttore esecutivo ha risposto come segue in occasione di un’intervista con Entertainment Weekly.

“Quello che posso dire è che sarà uno show sulla famiglia. Ma un diverso tipo di famiglia, che finora non abbiamo esplorato in The Walking Dead“, ha detto Kirkman. “Quello che stiamo cercando di fare con lo spin-off è mantenere la storia quanto più possibile familiare per le persone che amano The Walking Dead, in modo che possano trovarci il genere di cose che ci si aspetta da una storia à la Walking Dead. Ma, allo stesso tempo, dobbiamo provare a raccontare queste storie in un modo completamento diverso con persone completamente diverse in un contesto completamente diverso, andando a creare uno show fondamentalmente diverso. Credo che l’aspetto e l’atmosfera dello spin-off saranno sorprendentemente diversi”.

Sebbene sia difficile trovare qualcuno che non abbia dato almeno un’occhiata alla serie principale, Kirkman ha assicurato che non sarà necessario aver seguito quest’ultima e conoscere il suo universo per appassionarsi a Cobalt. “Vogliamo che sia un nuovo show capace di stare in piedi da solo”, ha detto. “Si può seguire lo spin-off senza aver mai visto un episodio di The Walking Dead e avere una ricca e gran bella esperienza. Dev’essere una serie capace di camminare da sola. Penso che ci siamo riusciti. Abbiamo cominciato a girare da un paio di giorni e sono davvero entusiasta”.

A dirigere il pilota è Adam Davidson, regista mai coinvolto in The Walking Dead. Un modo per cercare di dare allo show uno stile e un linguaggio propri. Kirkman ha aggiunto che nessun personaggio del fumetto apparirà nello spin-off. “È ambientato a Los Angels, un angolo di mondo che non abbiamo mai esplorato nei fumetti”, ha spiegato. “Quindi, in teoria, ciò che vedremo potrebbe essere accaduto a Los Angeles nei fumetti, ma non mostreremo questa zona del Paese nei fumetti. S’inserisce in quel mondo, ma ha a che fare con personaggi nuovi, eventi nuovi e tutt’altro tipo di follie”.

Commenta con Facebook!

commenti