Uno studio afferma che le maratone dei Telefilm sono un segno di depressione

Adesso è ufficiale. Che fa uso di maratone telefilmiche è una persona depressa. Secondo una ricerca condotta dagli scienziati della University of Texas at Austin esiste una possibile correlazione tra depressione e consumo compulsivo di serie tv. In sostanza, se alle quattro di notte sei riuscito a divorarti una stagione intera dalla tua serie preferita allora avrai sicuramente qualcosa che non va…

I dottorandi Yoon Hi Sung e Eun Yeon Kang  hanno preso come oggetto di studio ben 316 persone di età compresa tra i 18 e i 29 anni e si è scoperto che se da un lato – senza eccessivo stupore –  il 75% degli intervistati è soggetto al binge watching (maratona), dall’altro i ricercatori hanno rilevato come la tendenza a chiudersi in casa davanti allo schermo sia più comune tra le persone che soffrono di tristezza e solitudine.

La ricerca afferma:

“Quando il ‘binge-watching’ (maratona) diventa dilagante può accadere di iniziare a trascurare il lavoro e le relazioni sociali. questi soggetti hanno difficoltà a resistere al desiderio di guardare in continuazione gli episodi della serie preferita. Il nostro lavoro è solo un primo passo  per analizzare ed esplorare un mondo ancora poco conosciuto”.

L’abitudine di guardare diversi episodi di una serie tv in una sola volta è considerato chiaro sintomo di depressione e solitudine. Questo fenomeno di guardare diversi episodi in sequenza è anche definito come dipendenza.

Yoo Sung Hi, uno degli scienziati ha affermato:

“Anche se molti considerano guardare serie tv senza fermarsi come un vizio innocuo, il nostro studio indica che questa pratica non deve essere visto in questo modo”.

Noti problemi di salute come l’obesità e sedentarietà, possono essere collegati proprio alle maratone di serie tv, tutto ciò incoraggiato anche da servizi di streaming video come Netflix, che offrono stagione intere di tutte le serie tv esistenti nella maggior parte.

Commenta con Facebook!

commenti