“Periscope”: scopriamo l’app per condividere i propri streaming

      aprile 7, 2015     App Android, App iOS, Applicazioni, Senza categoria, Telefonia     

Periscope sta facendo impazzire il web: lanciata alla fine di marzo la nuova applicazione di casa Twitter permette a chiunque di pubblicare sul web video live di qualsiasi cosa si stia facendo in quel momento. Una vera e propria diretta streaming non stop che piace agli utenti e segna l’inizio di una nuova era del web, dove il contenuto audiovisivo la fa da padrone.

Ed eccoci al punto. Periscope: cosa bisogna sapere? Ecco qui una piccola guida riassuntiva di 10 punti per imparare a conoscere questa nuova applicazione che ha già conquistato milioni di utenti in tutto il web.

Scoprili tutti:

  • 1. A COSA SERVE: Periscope ti permette di trasmettere una diretta di qualsiasi cosa tu stia facendo, in qualsiasi momento o parte del mondo. Nel momento in cui hai una diretta attiva, sei considerato un “broadcaster”, ovvero un’emittente.
  • 2. PERCHÉ I TITOLI SONO IMPORTANTI: Qualsiasi cosa tu stia trasmettendo live su Periscope, è necessario che abbia un bel titolo: serve ad attirare il tuo pubblico, e a portare più gente possibile a vedere le tue dirette.
  • 3. COSA SONO I CUORICINI: Quando un utente guarda una diretta altrui su Periscope, può cliccare sullo schermo per lasciare un “cuoricino”: si tratta di una sorta di applauso virtuale all’autore del Live, un apprezzamento per ciò che si sta vedendo.
  • 4. PERCHÉ I CUORICINI SONO IMPORTANTI: Considera i cuoricini come un applauso: più ne hai e più sei popolare su Periscope.
  • 5. PERCHÉ C’È UNA CHAT: Lo scopo di Periscope è quello di riuscire ad attirare quanti più utenti possibili sulle tue dirette, per questo la chat serve a stimolare le conversazioni tra spettatori e “broadcaster” e viceversa.
  • 6. PERCHÉ È IMPORTANTE PARLARE CON GLI ALTRI UTENTI: Assicurati di rispondere sempre alle domande che i tuoi spettatori ti porranno, altrimenti potrebbero perdere di interesse e lasciarti solo. Per qualche motivo su Periscope impazza già la “moda” di chiedere una diretta live dal frigorifero di casa tua. È bizzarro, ma perché non accontentarli?
  • 7. COSA SUCCEDE ALLA FINE DI UNA DIRETTA: Una volta che la tua diretta su Periscope è terminata, ti verranno forniti alcuni dati, come il numero degli spettatori e il numero di coloro che sono rimasti a vedere fino alla fine, la durata della tua diretta e il numero di cuoricini ricevuti.
  • 8. COSA PUOI FARE DEL TUO VIDEO ALLA FINE DI UNA DIRETTA: Ci sono due opzioni: salvare il tuo video nel tuo “rullino” oppure salvarlo per vederlo in seguito. In caso tu scelga la seconda opzione, i tuoi follower su Periscope avranno la possibilità di rivedere la tua diretta per 24 ore prima che questa scompaia per sempre.
  • 9. COSA SIGNIFICANO QUELLE TRE ICONE CHE COMPAIONO PRIMA DI INIZIARE UNA DIRETTA: La prima indica la localizzazione: se la attivi, la tua diretta su Periscope mostrerà il luogo da dove stai trasmettendo. Attenzione: si tratta di un’indicazione piuttosto precisa, il che significa che gli utenti possono capire se stai trasmettendo da casa tua o da un altro luogo come il tuo ufficio. Rifletti bene prima di abilitare questa funzione. La seconda serve a stabilire la privacy: se attivi questa icona la tua diretta sarà vista soltanto dalle persone che sceglierai tu. La terza icona, invece, è connessa a Twitter: se l’attivi, sul tuo profilo Twitter comparirà un tweet che annuncerà ai tuoi follower che stai trasmettendo live su Periscope.
  • 10. COME SI FA A “SEGUIRE” GLI UTENTI – Se stai vedendo una diretta che ti interessa e vuoi fare in modo di non perdere altre dirette dello stesso utente, basta far scorrere il dito sulla diretta stessa: ti comparirà il profilo Periscope di quell’utente e potrai iniziare a seguirlo come su tutti gli altri social network che già conosci.

 

Commenta con Facebook!

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

error: