Una Mamma per Amica: ecco perché Melissa McCarthy non era stata contattata

Amy Sherman-Palladino finalmente ha svelato il motivo per cui non aveva aveva chiesto a Melissa McCarthy se volesse riprendere il ruolo di Sookie St. James nei quattro episodi revival di Gilmore Girls.

Intervistata da EW, la creatrice della serie ha infatti raccontato che quando hanno presentato il progetto a Netflix aveva spiegato:

“Avevamo detto: ‘guardate, sappiamo che non avete sentito un arco narrativo con Melissa McCarthy perché non siamo così ingenui da pensare che saremo in grado di averla sul set per 60 giorni di riprese. Netflix ha risposto: ‘Ci piacerebbe realmente avere Melissa’. E io ho replicato: ‘Piacerebbe realmente anche a noi!”.

Amy è seguita dalla stessa agenzia di Melissa McCarthy e per mesi le è stato ripetuto che non sarebbe stata disponibile:

“Questo è un lavoro di persone, manager e portavoce. Ci sono molti livelli e non puoi realmente entrare in contatto con le persone o sapere come le cose vengono riferite e chi sta parlando per avanzare le tue proposte. Tutto quello che posso dire è che l’amiamo. E’ stata una parte importante dello show. Non c’è niente di nascosto o di segreto. Semplicemente è una delle attrici più richieste nell’industria cinematografica e siamo veramente orgogliosi di lei”.

Amy aveva poi aggiunto:

“L’abbiamo dichiarato all’universo: siamo qui fino al 10 maggio. So di che scena si tratta. L’approverò per lei. Può guidare fino al set, entrare, girarla, e correre via. Posso farla entrare e uscire in due ore. Se trova quel tempo, non mi importa quando, riusciremo a farlo”.

Ma adesso tutto è risolto e pochi giorno fa è stata confermata la partecipazione di Melissa.

Commenta con Facebook!

commenti