Crea sito

Magnus: lo Shazam per riconoscere Quadri e Opere

      settembre 10, 2016     Applicazioni, Curiosità/Intrattenimento, Senza categoria     

Siete degli appassionati di arte? Arriva un app che fa al caso vostro, si chiama Magnus. Quando volte vi è capitato di essere davanti ad un quadro o un opera, ma non ricordate o non sapete chi è l’autore? Adesso potete risolvere questo problema con Maguns.

Magnus è lo shazam dell’arte, in pratica permette di fare quello che fa l’app della musica più famosa al mondo, solo che invece di identificare le canzoni “ascoltandole”, Magnus riconosce le opere d’arte “guardandole”. Si, perchè basterà semplicemente scattare una foto al quadro o a qualsiasi opera d’arte per riuscire a scoprire immediatamente il nome dell’artista, il titolo dell’opera, le dimensioni e anche il prezzo (sia quello d’asta che la somma richiesta dalla galleria). L’app possiede un grandissimo database con oltre 8 milioni di opere d’arte, dove viene fatta la ricerca dell’immagine scattata.

Risultati immagini per Magnus quadri

Un’altra funzione interessante è la presenza di un vero e proprio localizzatore artistico, che permette di collocare geograficamente posizionandole su una mappa tutte le gallerie d’arte, nelle quali si trovano le varie opere d’arte.

Risultati immagini per Magnus quadri

Magnus prende il nome dal suo ideatore: il sorridente imprenditore trentunenne Magnus Resch.

Per il momento, l’app magnus è disponibile solo a New York, ma nelle prossime settimane arriverà anche in altre città d’arte, come Londra, Parigi, Berlino e Hong Kong.

La missione di Magnus è democratizzare l’accesso al mondo dell’arte – afferma Resch – questa applicazione è lo strumento perfetto per chiunque sia interessato all’arte. E’ come Shazam: basta scattare una foto e l’applicazione ti dice tutto quello che c’è da sapere

La mappa mostra tutti i luoghi d’arte intorno a voi – conclude l’imprenditore – in modo da non perdere mai un evento, o controllare i prezzi delle opere che desiderate acquistare. Credo che la trasparenza sia un bene per il mondo dell’arte. Questo attirerà nuovi collezionisti e darà ai potenziali acquirenti uno strumento a portata di mano per godersi ancora di più l’arte. E il bello è che è gratuito.

Ecco qui un breve video dimostrativo di Magnus:

Commenta con Facebook!

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

error: