I 10 Remake più belli mai realizzati

Ogni volta che sentiamo parlare di Remake, storciamo un po il naso perchè si sa nessuno remake sarà in grado di essere all’altezza del film originale. Ma non sempre è cosi, in alcune rare occasioni il remake stupisce e risulta addirittura migliore. Ecco qui i 10 remake indimenticabili, che eclissano le loro fonti d’ispirazione:

21 JUMP STREET (2012)

Remake dello show televisivo degli anni ’80, che all’epoca fu il trampolino di lancio per Johnny Depp, uscito nel 2012 e interpretato da Jonah Hill e Channing Tatum. La nuova versione ha garantito grasse risate, parodiando la natura spesso un po’ troppo drammatica dei polizieschi hollywoodiani. Lo stesso Depp appare in un nostalgico cameo.

21 Jump Street (2012)

CAPE FEAR – IL PROMONTORIO DELLA PAURA (1991)

Tratto dal romanzo di John MacDonald e remake del film del 1962 con Gregory Peck, il thriller psicologico del 1991 vedeva come protagonista un Robert De Niro tutto tatuato e dietro la macchina da presa Martin Scorsese.

Cape Fear – Il promontorio della paura (1991)

OCEAN’S ELEVEN – FATE IL VOSTRO GIOCO (2001)

Nel 1960 a indossare i panni dei ladri più affascinanti del grande schermo ci furono Frank Sinatra, Dean Martin e Sammy Davis Jr. Ma non furono nulla in confronto al remake di cinquant’anni più tardi, con un cast hollywoodiano d’eccezione: George Clooney, Brad Pitt, Matt Damon e Andy Garcia, alcuni dei nomi.

 Ocean's Eleven - Fate il vostro gioco (2001)

LA COSA (1982)

l remake diretto da John Carpenter tratto dall’horror fantascientifico del 1951 di John W Campbell Jr. e portato sul grande schermo già nel 1951 da Howard Hawks, divenne un cult nei mesi successivi all’uscita nelle sale. Anche Tarantino con The Hateful Eight ne riecheggia le atmosfere. Curiosità: la colonna sonora, firmata Ennio Morricone, fu candidata ai Razzie Awards!

La cosa (1982)

THE DEPARTED – IL BENE E IL MALE (2006)

Il film di Scorsese è in realtà il remake hollywoodiano di un film hongkongese, intitolato Infernal Affairs. Il complesso thriller viene spostato da Hong Kong a Boston, e vede Leonardo DiCaprio infiltrarsi sotto copertura nella mafia irlandese, guidata da Jack Nicholson. Lo stesso regista dell’originale, Andrew Lau, confessò a un giornale di Hong Kong di aver pensato che la sua versione del film fosse migliore, ma elogiò comunque il rifacimento di Scorsese.

The Departed - Il bene e il male (2006)

SCARFACE (1983)

Remake dell’omonimo film del 1932 diretto da Howard Hawks. Nella versione di Brian De Palma ci si sposta da Chicago (e dagli anni del proibizionismo) a Miami negli anni ottanta, allora centro di un considerevole traffico di droga. L’intepretazione di Al Pacino, alais il signore della droga Tony Montana è irraggiungibile.

Scarface (1983)

LA PICCOLA BOTTEGA DEGLI ORRORI (1986)

Remake del film del 1960 diretto da da Roger Corman e ispirato dal racconto Green Thoughts di John Collier, la versione di Frank Oz dona al film un tocco originale: lo trasforma in un musical! Il rifacimento, come accadde per l’originale, non ebbe un grosso successo commerciale, ma ora è considerato un film di culto.

La piccola bottega degli orrori (1986)

IL GRINTA (2010)

Remake del film del 1969 con protagonista John Wayne diretto dai fratelli Coen, racconta la storia di Mattie Ross (interpretata da Hailee Steinfeld), che recluta ‘Rooster’ Cogburn (Jeff Bridges) per rintracciare l’assassino che ha ucciso i suoi genitori. Dieci nomination agli Oscar e un passaggio di genere: da classico film western per famiglie a profondo e violento dramma.

Il Grinta (2010)

CASINO ROYALE (2006)

L’omonimo romanzo dedicato a James Bond fu il primo che Ian Fleming scrisse, ma l’omonimo spy-movie del 1967 non fu per niente apprezzato. Gli studios, dopo anni di tentennamenti, si fecero convincere dallo script di Paul Haggis e diventò la prima pellicola di Daniel Craig nei panni di 007, abbandonando il piglio comico della versione originale in favore di scene d’azione al cardiopalma!

Casino Royale (2006)

DREDD (2012)

Karl Urban nelle vesti che furono di Sylvester Stallone. Il remake non ha fatto il botto al box office ma su Rottentomatoes è pienamente oltre la sufficienza a differenza di un bassissimo 3.7 dell’originale del 1995. Merito di un bilanciamento più funzionale tra l’alta dose di violenza e un linguaggio basato su satira politica e humor nero, ingredienti perno del fumetto originale.

dredd (2012)

Commenta con Facebook!

commenti