Crea sito

Harry Potter e la pietra filosofale: errori, incongruenze e curiosità presenti nel film

      giugno 13, 2017     Curiosità/Intrattenimento, Film, Harry Potter, Senza categoria     

Harry Potter e la pietra filosofale è il primo degli 8 film basato sui libri di J. K. Rowling. Ecco gli errori, incongruenze e curiosità che forse non sai.

Harry Potter e la pietra filosofale (Harry Potter and the Philosopher’s Stone in inglese) è un film del 2001 diretto da Chris Columbus distribuito dalla major Warner Bros., adattamento cinematografico dell’omonimo libro, primo episodio della serie di Harry Potter, scritta dall’autrice britannica J. K. Rowling, sceneggiato da Steve Kloves e prodotto da David Heyman.

La serie è stata prodotta da David Heyman e vede Daniel RadcliffeEmma Watson e Rupert Grint, nel ruolo dei tre protagonisti, Harry Potter, Hermione Granger e Ron Weasley. Quattro registi hanno lavorato alla serie: Chris Columbus, Alfonso Cuarón, Mike Newell e David Yates. Ci sono voluti oltre dieci anni per completare la produzione della saga, con il principale filo narrativo che vede Harry Potter battersi contro il suo temibile nemico Lord Voldemort.

Ecco qui una lista con tutti gli errori, trucchi, incongruenze e curiosità presenti nel primo film:

Doppiaggio/Cartelli: Annotazione puntigliosa. Nel film si sente chiaramente il battito d’ali delle civette; ma da quel che so le civette, essendo predatori, volano senza emettere alcun suono…

Curiosità: Verso la fine del film, dopo la scena della lotta finale in cui Harry conquista la pietra filosofale, il simpatico maghetto presenta dei graffi rossi sul viso… che “magicamente” spariscono nella scena dopo per poi ritornare in quella successiva… un vero “miracolo”!!

Trucco: Partita di quidditch: Harry sta per essere scaraventato giù dalla scopa, e si aggrappa ad essa. Un guizzo di luce fa vedere chiaramente un filo di ferro che lo sorregge.

Risultati immagini per harry potter e la pietra filosofale

Continuità: Daniel (Harry Potter) in alcune scene del film ha le sopracciglie depilate (alla fine della partita quando alza in alto la pallina o quando chiede ad Hagrid chi gli ha dato l’uovo), in altre invece le sopracciglia sono praticamente unite!

Trucco: Quando i nostri eroi incontrano per la prima volta Fuffy, questo gli ringhia contro e una inquadratura mostra il ringhio. Quando Harry e co. vanno a prendere la pietra filosofale, Fuffy gli ringhia ancora contro e c’è un’altra inquadratura solo per il ringhio, che è la stessa identica del ringhio del primo incontro.

Trucco: Nella scena in cui arriva la posta portata dai gufi agli studenti si vede una bambina a cui arriva un pacco che però non riesce a prendere, e per nascondere l’errore rivolge subito le mani in alto come se gli dovesse ancora arrivare.

Curiosità: Non vorrei sbagliarmi, ma mi sembra che in alcune scene gli occhialetti di Harry non abbiano le lenti. Così come quelli di Silente.

EasterEggs: Più che un errore questo è un ‘uovo di pasqua’ riservato a chi possiede l’edizione speciale in 2 DVD, scovato su www.eeggs.com: 1) Dal menù principale del Disco 2, scegliete Diagon Alley (Edvige) ed entrate. Se non sapete come fare, non preoccupatevi: dopo tre tentativi sbagliati l’animazione si attiva da sola. 🙂 2) Una volta dentro Diagon Alley, prendete la chiave sulla parte inferiore dell’insegna di Gringotts, poi cliccate sulla parte superiore per entrare nella banca. 3) Aprite la cassaforte cliccando sulle monete. 4) Tornate alla schermata di Diagon Alley e andate da Ollivander a scegliervi la bacchetta. (Anche questa scena viene di solito completata in due o tre tentativi.) 4) Tornate al menù principale, scegliete Aule (la bacchetta) e cliccate. 5) Andate su Trasfigurazione (SENZA CLICCARE), poi andate più giù verso i due gufi di pietra e poi di nuovo su in modo da scegliere la H. Cliccate. 6) Arrivati a Fuffy, scegliete il flauto e cliccate. 7) Nella schermata delle chiavi, scegliete quella argentata, in mezzo, con un’ala piegata (l’unica che rientra per intero nel profilo della porta sullo sfondo). 8) Nella schermata delle bottiglie [scena non presente nel film], scegliete quella tonda con il liquido giallo. 9) È fatta… cliccate sulla Pietra Filosofale ed avrete accesso alle sette scene tagliate: Scena 1 – Dudley in uniforme; Harry e la vecchia uniforme di suo cugino. Scena 2 – Lettere nelle uova. Scena 3 – Harry ed Hagrid sul metrò. [È QUI che Hagrid dice ad Harry che adora i draghi… i realizzatori del film hanno fatto molto male a tagliare ‘sti 40 secondi. :-)] Scena 4 – Harry, Ron e Hermione nei corridoi subito dopo la scena del troll Scena 5 – Durante il cenone di Natale, Ron avverte Harry di non fidarsi dello Specchio delle Brame. Scena 6 – Ron si diverte con le figurine, ha un breve battibecco con Hermione e subito dopo entra Neville, al quale Malfoy ha fatto l’ incantesimo ‘della pastoia’ (gambe attaccate). Una scena piuttosto buffa, a mio parere. 😉 Scena 7 – Una versione più lunga (e forse più interessante…) della lezione di Pozioni. Ci sono altre cose simpatiche sul Disco 2, come il giro turistico di Hogwarts, il cappello parlante e la visita ai giardini (con un’accurata descrizione delle palle del Quidditch), ma ve le lascio scoprire da soli.

Immagine correlata

Continuità: Quando Ron per la prima volta riceve la posta, ha la gazzetta del profeta nella mano destra, e la lettera nella mano sinistra. Quando invece si cambia inquadratura, si ritrova la gazzetta nella mano sinistra e la lettera nella destra.

Continuità: Avete presente quando Hagrid e Harry sono alla Gringott? E quando il guardiacaccia consegna la lettera con scritto top secret Beh, se notate bene, nella mano del gigante è un foglietto tutto stropicciato mentre nella mano del folletto è nuovo di zecca. Vabbè, è magia ma…

Continuità: All’inizo del film, subito dopo che Dudley scende dalle scale e spinge Harry bruscamente nel sottoscala, questi ne esce con il fondo della maglietta tirato su (lo si vede chiaramente da dietro); nell’inquadratura successiva invece, quella in cui Harry entra in cucina, ha la maglietta tirata giu’.

Curiosità: Quando vediamo il prof. Silente risucchiare le luci dei lampioni, se ne dimentica una… Sulla sua sinistra (destra dello schermo) ha due lampioni molto vicini a lui. Ma guardando l’inquadratura precedente a quella in cui passa a spegnere questi due notate come il lampione che chiude la parte destra della strada (sinistra dello schermo) non sia stato “risucchiato”.

Curiosità: Quando Hagrid scende dal cielo in motocicletta, vediamo in una inquadratura come planando passi davanti al primo piano della prima casa sulla sinistra per chi guarda e relativo lampione. Incredibilmente pero’ nell’inquadratura dopo atterra PRIMA di quella stessa casa (che e’ la stessa lo si capisce dalla macchina parcheggiata..e dal fatto che e’ sempre la prima della via ).

Continuità: Dopo aver messo la busta indirizzata ai Dursley sopra la copertina di Harry, il prof. Silente dice “Buona fortuna…Harry Potter!” In corrispondenza di “…Harry Potter!” il marmocchio viene inquadrato di nuovo. E la coperta lo avvolge ora in maniera diversa rispetto a prima (gli lascia fuori le labbra, mentre prima era imbacuccato peggio di un black block…)

Risultati immagini per harry potter e la pietra filosofale

Curiosità: Nella prima delle scene iniziali con Harry nella parte del cenerentolo di turno, dopo essere stato spintonato dal cugino panzone e ricacciato nel suo sottoscala, il tapino rassegnato apre la porta chiusa da Dudley. Quando lo vediamo entrare in tinello tra una inquadratura e l’altra non solo la maglietta e’ tirata su in modo diverso ma Harry apre la porta in maniera diversa da prima (prima la spalancava quasi, ora la apre dello stretto necessario).

Continuità: Quando il cugino Dudley urla incarognito al padre “Quanti sono?”, osservate come sono (s)pettinati i suoi capelli, o meglio il suo ciuffo. Senza che nessuno lo tocchi, quando viene inquadrato successivamente il ciuffo e’ tornato a posto.

Continuità: Quando Harry parla al serpente, la roccia su cui riposa il rettile e’ diversa (molto piu’ ricca di muschio, per esempio) rispetto a quella che si vedeva nella prima inquadratura, quella in cui era presente anche la famiglia rompiscatole.

Curiosità: Quando Harry viene spinto dal cugino davanti alla teca del serpente, vediamo D.Radcliffe cadere mettendo le mani avanti. Nell’inquadratura ravvicinata che segue invece Harry cade tutto sul fianco.

Curiosità: TIPICO blooper nei film con baby-attori. Quando il bastardissimo zio Vernon irride Harry che dice di aver ricevuto una lettera gli dice (in originale) : “Who’d be writing to you?” Bene…nella stessa inquadratura l’attore che interpreta l’antipaticissimo Dudley sillaba la battuta che lo zio deve ancora pronunciare!!!!

Continuità: Quando lo Zio Vernon prende in mano la prima (delle tante ^_^) lettere che arrivano ad Harry e la esamina, nell’inquadratura ravvicinata della busta vediamo il bicchiere di succo d’arancia sulla destra del tavolo. Nella altre inquadrature li’ c’e’ la teiera, il bicchiere e’ sulla sinistra.

Continuità: Nel cambio di inquadratura tra lo “SCIO’ ” e il “VIA!” intimato da Vernon ai rapaci notturno sulla sua macchina lo zio di Harry ora non e’ stretto dalla moglie per il braccio, ora si’.

Risultati immagini per harry potter e la pietra filosofale

Trucco: E’ domenica a casa dei babbani Dursley, e non dovrebbe arrivare posta. Che invece arriva, attraverso il camino. In tutta la scena della “tempesta di lettere” e’ molto chiaro che non si tratta di lettere vere e proprie, ma solo di buste vuote, fatte per svolazzare meglio. Guardate per esempio quando Harry ne afferra una: si piega in modo inequivocabile, e in trasparenza si vede che non contiene assolutamente nulla.

Doppiaggio/Cartelli: Durante la scena della tempesta di lettere per il salottino di casa Dursley l’audio (lingua originale) delle battute non corrisponde ai labiali. Osservate per esempio quando Harry scappando con la busta esclama “Let go of me”…a labbra rigorosamente serrate!!!

Trucco: Il povero Harry, afferrato da zio Vernon mentre cercava di ritirarsi nel sottoscala a leggere la lettera, si dibatte urlando “le lettere sono mie”. A questo punto viene inquadrata la porta, la cui buca delle lettere era stata sbarrata prima dal malefico zio. La forza di una nuova ondata di lettere fa saltare l’assicella…. che pero’ potete benissimo notare sia GIA’ con un crepa in mezzo, con ogni probabilita’ per facilitarne la rottura!! Tra l’altro, e’ pure piazzata al contrario rispetto a quando Vernon l’aveva inchiodata.

Incongruenza: Harry FINALMENTE riesce ad aprire una delle benedette lettere che gli sono arrivate. Vediamo nel primo piano delle parole che la busta conteneva un foglio piegato in tre parti, che Harry sta leggendo. No, un momento..sicuri? Perche’ appena cambia l’inquadratura Harry sta leggendo un foglio formato cartolina NON piegato e tenendolo dalla parte alta…

Curiosità: Harry e’ a Londra con Hagrid: vediamo dietro la testa del gigante che passando il civico 45 della strada e la sua testa sta per passare oltre le cifre metalliche del numero “44”. Harry gli domanda, in uno stacco di alcuni secondi “Tutto questo lo troviamo a Londra?”. Si ritorna all’inquadratura precedente e, nonostante si possa contare che Hagrid abbia fatto almeno 4 passi dei suoi, e’ ANCORA esattamente dov’era prima, ovvero deve ancora passare davanti al numero 44.

Curiosità: Mentre Hagrid & Harry passeggiano per Diagon Halley, vediamo inquadrata l’insegna di un negozio, probabilmente di un sarto visto che reca l’immagine di un paio di forbici. Li’ davanti, ecco una serie di streghe o fattucchiere che scelgono degli strani tipi di fiori rotondi da un banco. Cambia inquadratura, Harry sta ancora passando (come normale, non e’ un blooper) davanti alla bancarella. A questo punto Harry vede un sacco di animali, avanza di un sacco di passi ecc… ma a 20:35 circa, inquadratura subito dopo quella dei pipistrelli…rieccolo davanti alla bancarella dei fiori!! Ancora??? Considerate che Harry e Hagrid ci erano anche GIA’ passati davanti molto chiramente nella primissima inquadratura in cui camminavano lungo Diagon Halley… E’ una persecuzione!

PAGINA: 1  2  3  4  5

Commenta con Facebook!

commenti

error: