Crea sito

AHS: Roanoke: il legame con Freak Show e il grande mistero da svelare

      settembre 23, 2016     American Horror Story, Senza categoria, Telefilm     

Sono già andati in onda i primi due episodi di American Horror Story: Roanoke, il nuovo capitolo della serie antologica di FX che sembra concentrarsi su un reality soprannaturale chiamato My Roanoke Nightmare.

A partire dal sesto episodio vedrete che la serie presenta un’enorme svolta e la cosa che i telespettatori credevano di vedere non è quello che stanno guardando rivela il co-creatore Ryan Murphy a Entertainment Weekly che questa settimana ha dedicato la copertina al successo e ai protagonisti delle serie del prolifico produttore.

La trama di Roanoke era ovviamente il segreto principale che il team di AHS doveva proteggere fino al debutto della sesta stagione, ma loro hanno nascosto anche quest’altra grande sorpresa. “Anche se l’argomento è trapelato, è irrilevante perché nessuno sa cosa stiamo facendo” aggiunge l’altro co-creatore Brad Falchuck. “Non importa quello che pensate, non è così. Poi arriva il sesto episodio e sarete del tipo, ‘aspetta! Cos’è successo?’”.

Si tratta di un cappello su un cappello su un cappello su un cappello che dovevamo proteggere” spiega Murphy.

Mentre Murphy ritiene che questa svolta in arrivo divida la stagione in due metà, Falchuck considera tre singole storie questa stagione. Egli dice, “è come se [gli episodi] dal primo al quinto, dal sesto al nono e il decimo sono cose a sé”.

Nel frattempo, oltre a Piggy Man che ha riecheggiato la prima stagione di AHSMurder House, Roanoke è anche direttamente collegato a Freak Show, nello specifico all’immaturo psicopatico interpretato da Finn Wittrock, Dandy Mott.

Gli spettatori conosceranno meglio la storia d’origine della famiglia Mott.Spiegheremo come i Mott hanno cominciato” dice Murphy.

E non sarà solo la famiglia Mott a far ritorno… L’EP dice che ci sono molti altri affezionati che si presenteranno in Roanoke. “Molti che non avete visto in questi anni ma che avreste voluto rivedere”. 

Commenta con Facebook!

commenti

error: