A Quiet Place – Un Posto Tranquillo: recensione del film con Emily Blunt

20th Century Fox presenta il suo nuovo film horror A Quiet Place – Un Posto Tranquillo con protagonista la bella Emily Blunt.

Immagine correlata

Sinossi:
Una famiglia vive un’esistenza isolata nelsilenzio più assoluto, per paura di una minaccia sconosciuta che segue solo il suono e attacca a qualsiasi rumore. Se ti sentiranno, ti daranno la caccia.
Tra i produttori esecutivi troviamo Celia Costas, John Krasinski, Allyson Seeger, Aaron Janus mentre la sceneggiatura è affidata a Bryan Woods & Scott Beck e John Krasinski e alla regia John Krasinski.

Risultati immagini per a quiet place un posto tranquillo

A Quiet Place – Un Posto Tranquillo, il nuovo film survival horror prodotto 20th Century Fox che soprasta tutti i canoni tipici di un film horror.

John Krasinski con il suo terzo film da regista, riesce a realizzare qualcosa di straordinario, raccontando una storia mediante l’uso di tematiche che appartendogno ad un cinema diverso dal genere proposto, creando qualcosa di unico. 

Tutto il film, o quasi, è paradossalmente “silenzioso” i protagonisti non possono e non devono fare rumore se vogliono sopravvivere. Tutto questo catapulta lo spettatore all’interno di un’atmosfera di completa tensione tangibile, che si percepisce in maniera netta “constringendolo” in un certo stenso a stare anch’esso in silenzio.

La sola idea di partenza, con i protagonisti che non possono fare alcun suono poichè attira verso di loro i mostri, trascina il film dentro un’atmosfera di tensione tangibile, pulsante. I due grandi pericoli sono, il nemico e il rumore dei gesti quotidiani, le azioni di tutti i giorni che adesso sono una minaccia costante. 

Anche se è un survival horror, A Quiet Place – Un posto tranquillo, è un film pieno di forti emozioni celate. Celate perchè il silenzioso impedisce ai protagonisti di esternare le proprie emozioni, i propri sentimenti e i propri dolori. Non possono espriremere tutto l’amore che provano, non possono sentire le risate e le gioie che i figli dovrebbero trasmettere.

Risultati immagini per a quiet place recensione

La trama è lineare e il film non cade mai nel banale. Per tutta la durata (90 minuti) non si riesce ad avere un momento per riprendere fiato, le scene sono un susseguirsi di panico e terrore. Riesce a tenere con fiato sospeso scena dopo scena, dall’inizio alla fine senza mai perdere il filo. Tutto è architettato in maniera perfetta, quasi maniacale come i pezzi di un puzzle che vanno ad incastrarsi pefettamente. Il vuoto causato dall’assenza dei rumori è colmato da una bellissima colonna sonora, composta da Marco Beltrami,  che si intreccia pefettamente con le scene.

Immagine correlata

A Quiet Place, vuole, in un certo senso far emergere la vera umanità dei personaggi senza l’uso del dialogo. Tutto questo è possibile grazie all’ottima performance della splendida e talentuosa Emily Blunt, a John Krasinski e ai giovani attori Noah Jupe e Millicent Simmonds.

Immagine correlata

In conclusione,  A Quiet Place – Un posto tranquillo, porta una ventata di freschezza al genere horror. E’ una pellicola più unica che rara perchè dietro all’orrore si nasconde anche una bellissima storia d’amore drammatica.

VOTO: 9

Ricordo che il film uscirà nelle sale dal 5 aprile.

Ecco il trailer:


Metti mi piace alla pagina facebook: Crazy for TV Series, Horror House

Commenta con Facebook!

commenti