I 10 Film più costosi di sempre

Un utente di IMDB ha pensato di mettere in relazione la lunghezza del montaggio finale con il costo di produzione. La stima che ne emerge rende giustizia ai generi il cui costo vivo per singolo minuto è molto più alto del normale. Un film che supera abbondantemente le due ore, come molti dei grandi blockbuster attesi per quest’estate, avrà ovviamente un costo non indifferente, ma ripartito su una grande quantità di montato. Eppure esistono film che, al minuto, sono molto più costosi dei titoli che appaiono di solito in queste classifiche.

Ed ecco qui i 10 Film più costosi di sempre:

10 – Cars 2 

Uscito nel 2011 come sequel del primo fortunato capitolo, il lungometraggio Pixar dedicato al mondo delle corse è uno degli innumerevoli titoli d’animazione che occupano un posto in classifica.

Qui in particolare c’è da riscontrare che il progressivo coinvolgimento di Disney ha permesso a Pixar di investire ancora più capitale nella realizzazione di un sequel. Il progetto è costato 200 milioni di dollari, molto più di un blockbuster medio con attori in carne e ossa, ma dura solo 106 minuti, il che significa che ogni sessanta secondi Cars 2 ha macinato la bellezza di 1.886.792 dollari!

9 – Monsters University

Nel 2013 c’era grande attesa per il ritorno su schermo dei protagonisti diuno dei classici del primo periodo Pixar, il duo di protagonisti diMonsters & Co. Monsters University infatti è il prequel che ha raccontato gli anni giovanili di Mike e Sully.

Per non deludere le aspettative, Disney ha messo in campo la consueta cifra di 200 milioni di dollari per aggiornare le prime storiche animazioni allo standard del nuovo Millennio. Con un minutaggio leggermente inferiore a Cars 2 (104 minuti), il costo per minuto è ovviamente lievitato, sfiorando 1.923.077 dollari. 

8 – Toy Story 3: La Grande Fuga

Ha fatto piangere milioni di ex bambini, commossi nel ritrovare Woody, Buzz e Jessie e di doversi rassegnare all’età adulta. Alla fine perfino Andy aveva l’età per andare al college e lasciare dietro di sé i giocattoli parlanti più famosi della storia del cinema.

Non devono nemmeno aver riso i produttori, costretti ancora una volta a sborsare 200 milioni di dollari per film via via sempre più brevi (ma mai più economici). Con un solo minuto in meno della posizione numero 9,Toy Story 3 batte la concorrenza interna con un costo per minuto di 1.941.748 dollari. Assistere alle schermaglie tra Barbie e Ken però non ha prezzo!

7 – Avengers: Age of Ultron

Lasciamo Pixar ma non casa Disney e ci avventuriamo nell’anno cinematografico 2015 (la classifica è aggiornata a febbraio 2016, per la precisione). Per il ritorno dei Vendicatori al cinema, Disney non ha badato davvero a spese, presentando un film faraonico, all’altezza del hype dei fan di Marvel. Saranno state le riprese in Valle D’Aosta, saranno stati i cachet degli attori in vena di un aumento salariale, ma Disney ha messo sul piatto l’impressionante cifra di 279,9 milioni di dollari di budget che, per una durata di 141 minuti, significa un costo di 1.985.106 dollari al minuto.

6 – Ribelle – The Brave

Pixar però non molla. Nel 2008 l’animazione della fiaba scozzese tutta principesse emancipate, madri difficili e meravigliosi capelli rossi che fluttuano nel vento si era dimostrata più economa da realizzare, non superando i 185 milioni di dollari di budget.

Qui però si evidenziano i pregi di questa classifica: durando solo 93 minuti, 60 secondi della ribelle Merida costano di più che un minuto di Vendicatori in battaglia, consumando ben 1.989.247 dollari.

5 – John Carter 

Non importa quale criterio si adotti per calcolare la classifica, con il suo budget impressionante di 263 milioni di dollari, uno dei film più ambiziosidella storia recente Disney si confermerà sempre tra le produzioni dal costo più esorbitante. L’eroe di Edgar Rice Borroughs John Carter, saga letteraria da cui hanno attinto da George Lucas con Star Wars a James Cameron con Avatar, è stato portato al cinema dal pupillo di casa PixarAndrew Stanton con il volto di Taylor Kitsch e con un attenzione quasi maniacale alla realizzazione dei suoi esotici scenari marziali.
Una produzione faraonica per un film di 132 minuti, che porta il costo al minuto a sfiorare i 1.997.727 dollari. 

Ignorato dal pubblico e al centro di controversie che ne hanno fatto un vero e proprio caso di studio, John Carter è passato alla storia come uno dei disastri finanziari più clamorosi della storia recente di Hollywood. Disney, però, non ne ha risentito più di tanto, grazie agli incassi mirabolanti del primo Avengers. 
Chissà se quest’estate andrà meglio per un altro celebre uomo non comune creato dall’immaginazione dello scrittore Edgar Rice Burroghs: Tarzan!

4 – X-Men: Conflitto finale

Prima posizione della classifica non connessa all’universo Disney ma comunque legata ad eroi e all’orizzonte Marvel, il terzo film della prima trilogia degli X-Men vide Bryan Singer fare un passo indietro (comemedita di fare anche oggi) senza però rendere l’operazione meno esosa, con i suoi 210 milioni di budget

Passato alla storia come uno dei capitoli meno apprezzati dal pubblico, con una durata molto risicata (soli 104 minuti in totale) si rivela essere davvero costosissimo: è il primo film della lista a sfondare quota 2 milioni di dollari al minuto. La cifra esatta è 2.019.231 dollari per sessanta secondi.

3 – Men In Black 3

In tema di ritorni, non poteva che essere faraonico quello di un dinamico duo del cinema d’intrattenimento degli anni ’90. Nel 2008 tornarono gliagenti dell’FBI esperti di alieni e fenomeni sovrannaturali e ovviamente tra effetti speciali e cachet di Will Smith (all’epoca vero Re Mida di Hollywood) si sfondò ampiamente quota 200 milioni.

Per la precisione Men In Black 3 ne costò 215 e dura appena 106 minuti, per un totale di 2.028.302 dollari ogni 60 secondi di gag extraterrestri.

2 – Rapunzel L’Intreccio Della Torre

Seconda posizione in classifica e primo film Disney distribuito direttamente sotto l’egida del Topo, Rapunzel di impressionante non aveva solo la lunghezza della bionda chioma della sua protagonista, labella principessa intrappolata nella torre in attesa di essere salvata (o salvare?) il suo principe.

Con l’impressionante budget di 260 milioni di dollari e una lunghezza di 100 minuti tondi tondi, sessanta secondi di animazione del 50esimo classico del canone Disney costano la bellezza di 2,6 milioni di dollari.

1 – Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare

Nonostante la concorrenza dell’esosa animazione, il primo posto spetta a una gigantesca produzione con attori (quasi sempre) in carne e ossa: il quarto capitolo della saga che ha rilanciato la carriera di Johnny Depp non teme confronti di sorta, minutaggio o meno, raggiungendo l’incredibile cifra di budget di 378.5 milioni di dollari, spalmati su 136 minuti di film.

Commenta con Facebook!

commenti